Spezie

Accedi all'area riservata

loading
  • dieta bedetox fusione macrobiotica vegan scienza nutrizione bedetox-macrobiotica-vegan
  • La dieta beDetox ti aiuta ad eliminare le tossine

Spezie

La salute entra in cucina

Spezie

Le spezie non sono solo un ottimo ingrediente per esaltare i sapori, sono anche sostanze che hanno una azione terapeutica sull'organismo, in molti casi sono dei veri e propri "medicinali".

Qui trovi una guida per conoscere meglio questi alleati della salute.

Alloro, digestivo, stimolante, antisettico. Per eliminare i gas intestinali si prepara un infuso con 1 gr di foglie in 100 ml di acqua bollente (1 tazzina al giorno).

Anice stellato, tonico e diuretico. Stimola l’attività intestinale. Masticare dei semi a fine pasto stimola la digestione e profuma l’alito.

Basilico, abbassa le calorie. Ha proprietà digestive, fare un infuso con 1 cucchiaino di basilico in 100 ml di acqua, per attenuare i crampi allo stomaco assumere all’occorrenza dopo i pasti.

Cannella, contiene polifenolo MHCP abbassa la glicemia (20 gr/die).

Cardamomo, accelera il metabolismo, favorisce la secrezione dei succhi gastrici.

Chiodi di garofano, per fermentazione e gas intestinali. Stimolano la digestione e usati in infuso possono essere un giovamento per bronchiti e tosse. Contengono: eugenolo presente nell’olio essenziale con proprietà disinfettanti, mucillagini che favoriscono la funzionalità intestinale, tannini antiossidanti che combattono l’azione dei radicali liberi. Facendo bollire in 100 ml di acqua 2 o 3 chiodi con un pizzico di cannella e zenzero si ottiene un infuso che stimola la digestione ed è efficace nelle patologie da raffreddamento. (2 tazze al giorno).

Coriandolo, digestivo e antigonfiori, fare un infuso con 3 gr di coriandolo in 100 ml di acqua bollente, riposare per 10 minuti, filtrare e bere una tazza alla fine del pasto.

Crescione, depurativo, diuretico ed espettorante. Pianta erbacea perenne acquatica (Nasturtium officinale) si consumano in insalata i germogli primaverili e le foglie dal gusto acre e piccante. Contiene: vitamina A, C, E, gruppo B, Sali minerali (Fe, Ca, Fo, Mn, Cu, Zn), glucosidi isosolfocianici, cioè oli contenenti zolfo e azoto, responsabili del sapore amarognolo della pianta che stimolano la circolazione periferica.

Cumino, abbassa la fermentazione da carboidrati, zuccheri, lieviti e proteine. (due cucchiaini al giorno). Pianta erbacea annuale (Cuminum cyminum), aroma forte, piccante e sapore acre. Stimola l’appetito e ha proprietà digestive.

Curcuma, antiossidante, disintossica il fegato (un cucchiaino al giorno). Spezia detto anche zafferano delle Indie, pianta erbacea perenne e rampicante originaria dell’Estremo Oriente. Sapore forte e pungente, amaro e un aroma sottile che ricorda quello dello zenzero.

Curry, per adipe e glicemia alta. Miscela di numerose spezie orientali polverizzate, molto usata nella cucina indiana. La sua composizione può variare, contiene peperoncino piccante, cumino, coriandolo, cannella e curcuma a volte anche noce moscata, chiodi di garofano, zenzero e cardamomo. Può essere piccante o dolce. Favorisce la digestione, contrasta la nausea e il vomito e ha un’azione disinfettante nell’intestino.

Dragoncello. Pianta erbacea perenne, (Dracunculus medinensis) detta anche estragone, stelo erbaceo con fiori uniti in pannocchie. Noto per le sue proprietà diuretiche, digestive e aperitive.

Erba cipollina, diuretica, ipoglicemizzante, espettorante, lassativa, cicatrizzante, cardio tonica, stimolante. Ogni 100 gr = 75 mg di vitamina C.

Maggiorana. Pianta erbacea perenne (Origanum majorana) della famiglia delle Labiate, simile all’origano. Erba aromatica e medicinale, si usano fiori e foglie.

Menta, stimolante per lo stomaco e antifermentativa per l’intestino. Contiene mentolo, terpeni e flavonoidi che le conferiscono proprietà aromatizzanti, dissetanti e digestive.

Noce moscata, per gonfiori addominali. Seme dell’omonima pianta sempreverde Myristica fragrans della famiglia delle Miristicacee, originaria delle Molucche, coltivata in India e in altri paesi tropicali. Facilita la digestione e ha proprietà antisettiche. Contiene: proteine 10%, lipidi 30%, fibra, Sali minerali (K, Fo, Mg, Ca, Na, Fe), vitamina E e gruppo B, principi attivi quali l’olio aromatico miristicina.

Origano, pianta perenne erbacea, (Origanum vulgare) della famiglia delle Labiate. Esso contiene un olio essenziale, presente soprattutto nei fiori, formato da varie sostanze aromatiche: terpinene, timolo, carvacrolo. Con proprietà aperitive e favoriscono la digestione. Antiossidante, ricco di omega 3, licopene e selenio, contrasta le rughe, smagliature e flaccidità.

Pepe nero, piperina, stimola il metabolismo. No in caso di gastrite, ulcera gastrica, emorroidi ed ipertensione.

Peperoncino rosso, stimola la termogenesi (capsaicina). Contiene molta vitamina C, 50 gr fabbisogno giornaliero di vitamina. Scioglie coaguli del sangue.

Prezzemolo, ricco di vitamina C, A, B, calcio e ferro. Diuretico, lassativo, depurativo e tonificante per la muscolatura uterina.

Rabarbaro. Pianta erbacea perenne, (Rheum officinale) della famiglia delle Poligonacee, originaria del Tibet e della Cina. Si usa il rizoma (radice) per le sue proprietà medicinali e gastronomiche. Stimola l’appetito, favorisce la digestione e l’attività del fegato, regolarizza la funzione intestinale. Contiene: vitamina C, gruppo B, Sali minerali (K e Mn), acidi organici, resine e tannini.

Rosmarino, contiene pinene, borneolo, cineolo, canfora, ed ha proprietà disinfettante utile per le cistiti e patologie epatiche.

Rucola, depurativa, digestiva e stimolante. Erba annuale selvatica e coltivata della famiglia delle Crocifere. Ha foglie tenere, ruvide, dal sapore un po’ piccante.

Salvia, digestiva, antisettica e antiossidante. Contiene acidi fenolici che stimolano la cistifellea e abbassano la glicemia.

Tarassaco, (Taraxacum officinale) pianta perenne, così chiamata per la forma dentellata delle foglie, comune nei prati, nei terreni incolti e sui bordi delle strade. I suoi fiori giallo dorati dopo la maturazione danno origine a una struttura, il pappo, chiamata anche soffione. La radice si usa a scopo medicinale. Le foglie dal sapore amarognolo si consumano crude in insalata o cotte al vapore, e per zuppe e minestre.

Timo, curativo per le vie respiratorie. Piccolo arbusto aromatico (Thymus vulgaris) della famiglia delle Labiate. Contiene: essenze come il timolo e il carvacrolo con proprietà battericide, calcio in quantità molto elevata, tannini e saponine che gli conferiscono il sapore amaro. Per sciogliere il catarro, bere 2-3 volte al giorno una tisana, versando 100 ml di acqua bollente su 3 gr di sommità fiorite, addolcita con un cucchiaino di miele di pino o di eucalipto.

Vaniglia. Frutto aromatico dell’omonima pianta rampicante (Vanilla plani follia) originaria del Messico, della famiglia delle Orchidacee. Coltivata nel suo paese di origine e in alcune zone delle Antille, Madagascar, Indonesia e Polinesia. Il frutto è una capsula lunga 25-30 cm, spessa 1-2 cm, raggiunta la maturazione si apre in due valve ripiene di una polpa oleosa in cui sono immersi numerosi semi. Contiene: vanillina, zuccheri, grassi, fibre insolubili sotto forma di cellulosa, Sali minerali. Impiegata maggiormente nell’industria dolciaria.

Zafferano. Spezia ricavata dagli stigmi dei fiori dell’omonima pianta (Crocus sativus), erba perenne originaria dell’Asia occidentale e del bacino mediterraneo orientale, della famiglia delle Iridacee. Oggi coltivato anche in Italia, Francia e Spagna, è la spezia più costosa, per ottenere 1 kg di prodotto bisogna raccogliere a mano gli stigmi di circa 20.000 fiori. Contiene: betacarotene, K e Ca in elevata quantità, oli essenziali, vitamina B1, B2, B6 ed E, sostanze aromatiche.

Zenzero, antiossidante, ottimo per cellulite e ristagni. Erba perenne (Zingiber officinale) della famiglia delle Zingiberacee, originaria dell’Asia. Il suo rizoma viene messo in commercio decorticato zenzero bianco o ancora con lo strato sugheroso zenzero grigio o nero. Contiene: principi attivi (olio essenziale gingerina, resine) stimola la funzione digestiva e combatte l’areofagia. Abbinato alla cannella ottimo per “la pancetta”, mettere in 1 lt di acqua bollente 1 cucchiaio di zenzero tritato e 5 cm di cannella spezzettata. Lasciare riposare per 10 minuti, filtrare e bere durante il giorno. 

Prodotto aggiunto al carrello